gregory

Magliette Bayern Monaco

Rate this Entry
Maglie Calcio


professionista con una squadra della



I filmati della terza e quarta divisione spagnola non sono




Magliette Bayern Monaco, Magliette Milan Personalizzate




pandita si è trasferita in maglie calcio replica trattato io come un figlio'



Conosciamo i titoli. Pandita si è trasferita in Spagna sei anni fa. Quattro anni fa è diventato il primo indiano a firmare un contratto da professionista con una squadra della Liga. E questo è quanto.
I filmati della terza e quarta divisione spagnola non sono facilmente disponibili, anche per i fan sfegatati, quindi non c'è nulla di concreto per il calcio indiano su cui basare la sua opinione su di lui. Che ci sono notizie, alcune lusinghiere, anche al limite dell'iperbole, altre meno. Quindi ora, per elevarlo alla celebrità o per abbatterlo, tutti sembrano cercare la stessa risposta: 'cosa rende questo ragazzo così speciale?'
magliette bayern monaco Il pensiero non turba Pandita. Con le guance punteggiate da un po' di barba, Pandita sembra rilassato mentre parla ai giornalisti in videoconferenza dalla quarantena a Goa. 'Penso che il fatto di essere qui con un nome così grande e io 'Ho visto le cose che le persone stanno scrivendo... Sento che ci sarà una maggiore pressione, un ulteriore controllo, ma non sono preoccupato per questo', sorride.
Questa pressione non è nuova per lui. Dopo essersi trasferito in Spagna nel 2014, a soli 16 anni, ha tenuto duro nel paese, lavorando nelle serie inferiori, sperando di cogliere il tipo di pausa di cui un calciatore a volte ha bisogno per diventare grande Gli ci è voluto un anno per superare la nostalgia di casa e adattarsi adeguatamente: il sistema giovanile dell'UD Almeria gli ha dato la piattaforma perfetta. 'Mi stavo comportando bene, c'era molta attenzione. È stato bello ed è stato allora che mi sono sentito come se fossi diventato davvero tutt'uno con il sistema', dice.
magliette milan personalizzate Quando Leganes lo ha firmato nel 2016, l'hype ha raggiunto il culmine, perché questa avrebbe potuto essere quella grande occasione. Ma si è infortunato e lentamente è scivolato fuori dai radar principali. 'Quando sono andato a Leganes, tutte le aspettative sono salite alle stelle, e poi mi sono fatto male e sono semplicemente scomparso per un po'. Mentalmente, è stato molto difficile. Ero stanco e frustrato per il motivo per cui non riuscivo a farcela', ha detto. dice piano.
fotbollströjor barn Quelle difficoltà iniziali sono state aggravate da un trasferimento in un club in cui 'non andava d'accordo con l'allenatore'. Ha giocato a malapena e si stava mettendo male quando si è trasferito al Lorca. Lì, tutto è cambiato.
Sotto Walter Pandiani - un attaccante uruguaiano che si è fatto un nome con Deportivo La Coruna, Osasuna ed Espanyol tra gli altri - Pandita ha riscoperto il suo amore per il gioco. 'Se non fosse stato per lui, non sarei seduto qui in questo momento. In realtà mi ha cambiato come persona, come giocatore', dice Pandita. 'Era anche un attaccante, una leggenda in Spagna. Andavamo dopo l'allenamento e passavamo ore, solo lui, io e un portiere. Mi avrebbe insegnato alcune cose, sarebbe stato duro con me. Ha trattato io come un figlio'.





































nuova maglia roma 2022
Categories
Uncategorized

Comments